“MEMORIA IMMATERIALE” IL PRIMO INVENTARIO ONLINE DELLE TRADIZIONI ITALIANE

Un lavoro di raccolta che ormai dura da più di 10 anni. Più di 1300 video provenienti da ogni angolo d’Italia. Più di 4 milioni di minuti visualizzati, con una media di oltre 1000 visualizzazioni al giorno!

Questi sono solo alcuni dei numeri che testimoniano il successo e la rilevanza che il canale Youtube Memoria Immateriale ha conquistato nel corso degli anni grazie ai numerosi contributi prodotti dall’Unione delle Pro Loco (una rete accreditata presso l’UNESCO dal 2012 che conta oltre 6.300 associazioni iscritte) nel corso dei tanti progetti che si sono susseguiti in questi ultimi anni. Un ambito, quello della salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, che ha visto l’UNPLI svolgere un ruolo da protagonista all’interno del Forum delle ONG accreditate Unesco (ICH NGO FORUM), dove periodicamente vengono condivise, confrontate e discusse le azioni e le esperienze di ricerca e di tutela che vengono portate avanti a livello internazionale.

Con l’inventario online Memoria Immateriale l’UNPLI ha voluto rendere pubblico un contenitore di saperi, di tradizioni, di conoscenze e di folclore a beneficio della memoria stessa e dell’identità culturale della nostre comunità.

E’ risaputo infatti che le tradizioni italiane sono un tratto caratteristico della nostra cultura e rendono uniche le nostre comunità e molto interessanti anche, e forse soprattutto, agli occhi nei nuovi turisti che preferiscono “vivere” una tradizione a contatto diretto con le comunità dei territori.

Le peculiarità dell’enogastronomia, gli antichi saperi artigianali, il sentimento delle manifestazioni religiose e folcloristiche sono solo alcuni dei punti di forza dei nostri territori, che li rendono unici e così seducenti e affascinanti agli occhi di un pubblico sempre più interessato agli aspetti più intimi e profondi della nostra cultura.

Il nostro canale Youtube vuole quindi offrire una duplice possibilità: da una parte rendere questi patrimoni accessibili a tutti dando visibilità e risalto alle comunità, e dall’altra fornire uno spazio alle nostre associazioni per condividere i propri contenuti e aiutarli a valorizzare le proprie peculiarità nell’ambito di una promozione sempre più indirizzata ai nuovi pubblici, attraverso i social media e il web in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *