Passiata pe’ Santomango sul sentiero dell’anima. (videofoto della passiata)

L’intensa giornata organizzata dalla Pro Loco San Mango Piemonte, nell’ambito della “Giornata nazionale delle Pro Loco d’Italia”, è iniziata domanica 11 luglio 2021 con  la “Passiata pè Santomango” sul sentiero dell’anima del monte San Magno. I partecipanti all’escursione hanno percorso l’antico sentiero attraverso cui i fedeli salmodiando ascendono all’eremo ove, come vuole la radicata tradizione religiosa dell’antica Terra Sancti Magni et Pedemontis, dimorò il santo patrono nel corso del suo peregrinare verso Roma. Ogni 19 agosto, di buon mattino, i fedeli di San Magno, Vescovo e Martire, si inerpicano con la statua del Santo in spalla, lungo l’irto ed impervio sentiero che conduce all’eremo-grotta per invocarne l’annuale benedizione e protezione. 

Poco distante dall’eremo incastonato nella possente rupe, vi è un panoramico sbalzo con la grande croce di ferro, illuminata di notte con energia solare accumulata, visibile dal sottostante paese di San Mango nonchè dalla piana del Sele e dal primo tratto della costiera amalfitana.

In cima al monte San Magno vi sono i resti dell’antico castello Merola, un fortilizio parte del sistema difensivo del castello Arechi.

E’ stata una significativa “passiata” naturalistica, formativa e di fede, arricchita anche da un momento di confronto e presentazione dell’esperienza che avrà un seguito con altre passiate o itinerari tematici nei luoghi sanmanghesi e picentini. Ai partecipanti di queste iniziative condivise dalla Pro Loco e dai Cronoscout, saranno proposti cammini-avventura di gruppo per poter conoscere ed approfondire luoghi, segreti e tradizioni del territorio in un’attività capace di unire cultura e benessere all’aria aperta.

E’ doveroso ringraziare la Comunità Montana Monti Picentini, che nei giorni precedenti coi suoi operai ha effettuato lavori di diserbo e sistemazione del sentiero.

Un grazie per la vicinanza alla iniziativa della Pro Loco va anche al bar pasticceria “San Magno” dei F.lli Fortunato, al bar gelateria “Golosie di Neve” di Agostino Vicinanza, al market “Rizzo” di Alberto Rizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *