Le Pro Loco protagoniste del dibattito tra Matteo Renzi e Matteo Salvini andato in onda ieri a “Porta a Porta”

Una nota della segreteria dell’UNPLI nazionale Ieri il mondo delle Pro Loco, con espresso riferimento alle sagre, è stato chiamato in causa nel confronto fra Matteo Renzi e Matteo Salvini ospitato dalla trasmissione di Rai Uno “Porta a Porta”, condotta da Bruno Vespa.
Una ribalta incidentale, nell’ambito delle dichiarazioni dei due ospiti, che è stata ripresa dai media e che rappresenta una diretta conseguenza della sempre più crescente esposizione mediatica delle Pro Loco che ha come obiettivo la valorizzazione delle attività delle nostre operosissime associazioni.

La segreteria dell’UNPLI nazionale ha emessa una nota nella quale si evidenzia che “Quello che i due protagonisti del dibattito hanno dimenticato di sottolineare è che il lavoro compiuto dalle Pro Loco – lo sappiamo bene tutti noi che ne facciamo parte – non è limitato solo all’organizzazione dalle sagre, ma è molto più ampio ed esteso e include azioni e iniziative che spaziano su più fronti: della promozione dei territori, alla scoperta, valorizzazione e tutela delle tradizioni locali, del patrimonio culturale immateriale, dei prodotti tipici, delle bellezze del territorio, dell’inclusione sociale e via dicendo.

Ci teniamo a far presente che stiamo predisponendo e inviando un dettagliato dossier conoscitivo, con dati e statistiche che raccontano il valore dell’operato delle Pro Loco, ai protagonisti della puntata e allo stesso direttore di “Porta a porta”, affinché possano apprezzare in pieno il fondamentale ruolo che, giorno dopo giorno, svolgono i volontari delle Pro Loco.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *