Le Pro Loco iscritte al Registro APS, regionale o nazionale, sono esenti dall’applicazione dell’Imposta di Bollo.

A partire dall’1 gennaio 2018, in applicazione del co. 5, art. 82 del D.Lgs. n. 117/2017 (Codice del Terzo settore), regime transitorio, le APS, ODV e ONLUS riconosciute  usufruiscono dell’esenzione dell’imposta di bollo; esenzione che ricomprende qualsiasi tipo di documento sia cartaceo che informatico così da non generare dubbi e interpretazioni come avvenuto in passato.

Il codice del terzo settore prevede, quindi, che le Pro Loco iscritte nei registri nazionali o regionali delle Associazioni di Promozione Sociale, sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo su” tutti gli atti, i documenti, le istanze, i contratti nonché le copie, anche se dichiarate conformi, gli estratti, le certificazioni, le dichiarazioni le attestazioni e ogni altro documento cartaceo o informatico in qualunque modo denominato posti in essere o richiesti”.
Rientrano ad esempio in questa esenzione sia le marche da bollo da applicare sulle ricevute rilasciate a soci , collaboratori etc, (non si devono più applicare) sia l’imposta sugli estratti conto bancari (non si deve più pagare).

Per cui le Pro Loco possono rivolgersi ad esempio alla Banca e/o alla Posta per richiedere l’esenzione dell’imposta di bollo sui c/c.

Clicca per qui per scaricare fac simile autodichiarazione da presentare per richiedere a banca e/o posta esenzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *