Antonio Roma, storico

Antonio Roma, nato nel 1951, vive e lavora a San Mango Piemonte dove svolge la professione di geometra. E’ stato Consigliere Comunale ed Assessore al Comune di San Mango Piemonte. La passione per  la ricerca storica l’ha avvinto dalla prima gioventù. E’ autore di varie pubblicazioni, aneddoti, strofe, poesie ed epitaffi. Se oggi San Mango Piemonte può vantare una storia scritta il merito è tutto suo. Ha sacrificato spesso tempo libero, famiglia, lavoro e denaro, per rinchiudersi in qualche biblioteca a ricercare notizie su San Mango Piemonte tra  libri, manuali, testi ed atti. Possiede una vena poetica ed ironica che trova fondamento in vicende ed usi della San Mango che fù, o meglio di una piccola  comunità rurale bonacciona e signorile del disastroso dopo guerra. Tra i suoi scritti si annovera anche un farsa teatrale ad atto unico, in cui Antonio Roma imbastisce un’interessante ed ironico colloquio tra illustri sanmanghesi: Jacopo Sannazzaro, Francesco Spirito e Ortensio Cavallo.

ISTITUTO SUORE VOCAZIONISTE A SAN MANGO (1987

In occasione del 40° anniversario della presenza delle suore vocazioniste in San Mango Piemonte e della fondazione della scuola materna “Giuseppe Cavallo”, 10 maggio 1987, Antonio Roma ha pubblicato questo volumetto in cui è riportata la presentazione della figura di Don Giustino Russolillo fatta da Domenico Mondrone, e tutta la cronistoria della fondazione della scuola materna e dei personaggi che la propugnarono, dall’avvocato Ortensio Cavallo, al sacerdote Luigi Alfinito.

 

STORIA PER UN GONFALONE (1990).

L’undici febbraio del 1990 si inaugurò la nuova sede comunale, riedifcata ex novo sulle macerie del vecchio Municipio in stile 800 minato nella sua stabilità dal rovinoco evento sismico del 23 novembre 1980. Per l’occasione lo storico presentò questo suo lavoro che partendo dalla narrazione delle vicende storiche del paese, dal culto per San Magno, Patrono di San Mango Piemonte, da famiglie capostipi del Comune, è uno studio attento e circostanziato per la adozione di un gonfalone municipale.

 

APPUNTI E SPUNTI DI STORIA SANMANGHESE (1998)

In attesa di un incarico ufficiale e/o di una concreta sponsorizzazione per la pubblicazione di una Storia di San Mango Piemonte, Antonio Roma distribuì nel 1998 una raccolta cronologica dei fatti e degli eventi noti e meno noti, importanti e meno, che hanno caratterizzato la storia di San Mango Piemonte, frutto di un certosino lavoro presso gli Archivi Storici di Napoli e Salerno, l’Archivio Diocesano di Salerno, la consultazione di vecchi registri parrocchiali e comunali e varie ricerche presso la Biblioteca Nazionale di Napoli, la Biblioteca Provinciale di Salerno e quella della Badia di Cava. Il tutto è arricchito con alcune note delle principali abbreviazioni usate, nonchè sulle monete, pesi e misure citate nella trattazione e non più in uso..

L’EREMO DI SAN MAGNO (1999)

Compendioso volumetto sul culto religioso verso San Magno, vescovo e martire, venerato a San Mango Piemonte e in altri zone d’Italia. E’ il risultato logico, ragionevole e intelligente di una direi quais innata dote e dedizione per il fatto storico culturale che Antonio Roma ha sempre coltivato e seguito nella sua vita, non solo come arricchimento personale, ma anche come contributo alla conoscenza storica, sociale e religiosa del nostro paese. Il lavoro realizzato non senza sforzi e sacrifici vuole essere un forte sostegno e incoraggiamento alla, possiamo dire, millenaria fede e devozione verso il Patrono San Magno.Il libretto si compone di tre parti: la prima dedicata al culto del Santo ed alle sue origini sotriche; la seconda si sofferma sull’eremo (tempio-grotta) incastonato nella roccia alla sommità dell’omonimo monte; la terza dedicata completamente al Santo con una Vita leggendaria e  novene, preghiere e canto dettati dalla antica e non sopita devozione nel corso dei secoli. Completa il testo un’appendice sui centri ove il culto è ancora vivo.

VITA ED OPERE DI FRANCESCO SPIRITO (2002)

Appunti e spunti sulla figura e le opere di Francesco Spirito, avvocato e deputato per nove legislature. Nacque nel 1842, fu patriota al seguito di Giuseppe Garibaldi nella battaglia del Volturno ove, giovanissimo, meritò i gradi di caporale. Avvocato principe del foro di Napoli, ricoprì in questa città la carica di vice sindaco nella giunta di Nicola Amore. Uomo politico tra i più importanti del mezzogiorno, di lui si ricordano la vastità dell’ingegno e la fierezza del carattere. Maestro di maestri, ebbe come allievo Enrico De Nicola, il primo Presidente della Repubblica Italiana.